Produzione e MES

Gestisce il ciclo integrato di Pianificazione e Programmazione della Produzione, partendo dal Demand Planning, passando per l’analisi MPS e il calcolo MRP per finire con un CRP a capacità finita ed infinita.
Gestisce il ciclo integrato di Pianificazione e Programmazione della Produzione, partendo dal Demand Planning, passando per l’analisi MPS e il calcolo MRP per finire con un CRP a capacità finita ed infinita. Tutti questi processi permettono l’ottimizzazione dello stoccaggio e del flusso dei materiali in Azienda (lotti, matricole, tracciabilità, disponibilità dinamiche e a scalare sui componenti, etc.)

Grazie allo strumento di Demand Planning, le funzioni di Marketing possono ottenere le previsioni in base ad un opposito modello (Previsione della Domanda) e possono contestualizzare tali previsioni inserendo l’effetto di fenomeni conosciuti aziendalmente o stimati da analisi di mercato e ritenuti di rilievo, secondo il profilo temporale e spaziale dell’Azienda, consentendo quindi un’ottimale Pianificazione. Le previsioni così ottenute possono essere valorizzate per ricavare un Price Model.

Il ciclo attivo e passivo sono arricchiti con specifiche funzionalità di Marketing. Il Marketing d’acquisto parte dall’analisi dei fabbisogni di approvvigionamento (Pianificazione Demand Planning) per conoscere le esigenze dell’Azienda sulle materie prime. Il Marketing delle vendite, partendo da un’analisi dei listini e dei Clienti (Price Model), consente di definire dei nuovi listini più aderenti agli obiettivi aziendali.

ACG Enterprise assicura tutte le funzionalità per gestire un piano di produzione interna ed esterna e tutta la movimentazione necessaria tra i magazzini dell’Azienda e i depositi dei terzisti. È possibile inoltre:

• Gestire, per la produzione esterna, gli ordini di assemblaggio e di lavorazione tramite la gestione di
cataloghi in grado di valorizzare in maniera automatica il valore dell’ordine.
• Seguire l’intero ciclo di vita degli ordini di produzione, dal momento dell’apertura a quello di chiusura,
con una visione sempre chiara e tempestivamente aggiornata sullo stato di avanzamento e di controllo
economico dei costi.
• Immettere e aggiornare distinte di composizione
• Eseguire il controllo dei possibili cicli produttivi, definiti nei termini di operazioni standard e alternative
(eseguibili dalla stessa azienda o presso terzi)
• Calcolare costi standard del prodotto sulla base delle predette informazioni.
 
MANUFACTURING EXECUTION SYSTEM (MES)
MES permette alle aziende manifatturiere di avere una puntuale movimentazione, in termini di pezzi
prodotti e tempo impiegato per la produzione. L’esecuzione dell’attività svolta è rilevata direttamente e in
tempo reale dagli operatori della fabbrica.
 
Funzioni principali
• Distinta Base e Cicli di lavorazione
• Gestione alternative/versioni (indice di modifica)/proprietari
• Distinta inversa
• Calcolo costi per proprietario alternativa e ciclo
• Lavorazioni presso terzi con ordini di assemblaggio e lavorazioni speciali
• Pianificazione dei prodotti da commercializzare
• Elaborazione del piano principale di produzione a capacità infinita
• Ordini di produzione e gestione di impegni e operazioni
• Avanzamento operazioni
• Gestione dei costi ed analisi e confronto di ordini pianificati e consuntivati  
 
Punti di forza
• Demmand Planning: previsione della domanda dei prodotti (anche di nuova commercializzazione) basata su dati storici, strategie di marketing, dati di istituti di ricerca

• Piano Principale di Produzione (MPS): pianificazione dei prodotti da commercializzare. Analisi per famiglia e per periodo dei fabbisogni lordi derivanti dal demand planning, dei fabbisogni primari e delle giacenze programmate. Simulazioni interattive per l’ottimizzazione. Definizioni dei fabbisogni lordi

• Material Requirements Planning (MRP): Elaborazione del piano principale di produzione a capacità infinita. Definizione dei materiali richiesti, dei tempi di riapprovigionamento e dei cicli di produzione. Simulazioni e storicizzazioni, con ricerca dei piani ottimali

• Capacity Requirements Planning (CRP): Elaborazione dei risultati MRP. Verifica dell’effettiva capacità dei centri, con segnalazione di sovraccarichi e sottoutilizzazioni. Schedulazione delle lavorazioni

• Modifica da ordine terzista a ordine interno e viceversa, ordini aperti di conto lavoro, esplosione del ciclo per terzista, gestione indice di modifica, movimentazioni magazzino-deposito e tra terzisti, documenti di trasporto terzista, RdA/RdO per conto lavoro